2015 – Nuovi Trend e possibilità

by Luca Rabboni

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr

Il 2014 si è appena chiuso, ed il 2015 sembra promettere tante novità soprattutto nella parte di machine learning and computing.

Volendo definire 5 main topic per quest’anno mi sentirei di dire:

1) Mobile: gli investimenti media sul mobile stanno crescendo a velocità più che doppia rispetto al digital tradizionale. Questo anche perché l’utilizzo delle device mobile sta costantemenete aumentando.
Come già scritto nel nostro scenario mobile parliamo di 28Mio di teste uniche al q3 2014, con un incremento trimestrale dell’11% sul precedente: un trend destinato a crescere in maniera sempre più decisa, complice la velocità dello sviluppo tecnologico moderno.

2) Real-Time & Machine Learning: per quanto riguarda la parte di prediction vera e propria, nella nostra quitidianità stanno inserendosi sempre più algoritmi e sistemi in grado di effettuare forecasts imparando costantemente dai nostri comportamenti (come ad esempio i sistemi di raccomandazione che quotidianamente ci suggeriscono quali libri comprare su Amazon a partire dai nostri acquisti/navigazioni precedenti). La possibilità di integrare in maniera sempre più completa e real-time molteplici data sources ci garantisce previsioni sempre più accurate, passando dalle serie storiche temporali “vecchio stile”(ovvero a 36 mesi fa) ad una visione più atomica del tempo, dove i millisecondi diventano la vera unità di misura.

3) Cloud Computing: ormai è entrato come termine a far parte del jargon comune nel mondo dei Big Data, seppur trascinando con se preoccupazioni inerenti dati e privacy. La possibilità di effettuare calcoli ed operazioni sempre più complesse anche da uno smarphone e con costi sempre più ridotti, sta trasformando radicalmente il nostro modo di accedere ai dati ed alle informazioni. Ciò che fino a 5 anni fa era possibile sono con alta potenza di cpu e ram, ora è realizzabile grazie ad una semplice connessione internet (si veda ad esempio la Adobe Creative Cloud http://www.adobe.com/it/creativecloud.html)

4) Internet of Things: i wearable stanno vivendo la loro primavera. Il 2015 sarà il loro effettivo banco di prova, con quindi un nuovo endpoint in grado di generare ulteriori dati ad alto valore sia per il consumatore finale nella vita di tutti giorni (parliamo ad esempio dei dati sul sonno per chi ha Jawbone), sia per le aziende in ottica strategica (ad esempio attivare dell’adv targetizzato combinando anche queste informazioni a quelle già in possesso – ex. CRM)

5) Data storytelling: in un momento in cui i dati sono “big”, trovare i “meaningful ones” non basta più. L’adozione di sistemi come visual.ly in grado di rendere i dati fruibili con un layout più “sexy & readable” sta diventando sempre più popolare e sarà secondo noi uno degli hot topc del 2015.

Questo 2015 si presenterà come un turning point soprattutto x quanto concerne la tecnologia, traghettandoci nell’era del vero real-time. Il mobile sarà l’accelleratore naturale di tutto questo processo, grazie al probabile boom dei wearable.

Buon anno & stay tuned!