Canvas fingerprinting, ovvero l’arte di tracciare gli utenti in maniera cookie less

by Carlo Bonini

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr

Cos’è?

Nei recenti mesi il numero di persone che hanno preso coscienza della “pericolosità” dei cookie

(leggi la storia di qualche anno fa sulla pericolosità dei cookiecanvas-fingerprint) è sensibilmente
aumentato, e con esso l’introduzione di quelle noiosissime form di trattamento dei dati che iniziano a comparire sui siti; Tutto ciò solleva un problema non da poco per tutte le aziende che fanno uso dei cookie per “spiare” gli utenti e capire a quale contenuto sono più interessati del loro sito o quale item sono più inclini a comprare (nel caso degli e-commerce). Come avviene spesso nel mondo del Tech tuttavia le tecnologie ci vengono in supporto trovando modi per sviare o quantomeno ritardare l’inevitabile: una di queste è l’applicazione del canvas fingerprinting.

 

Come funziona?

Similarmente ai cookie, quando un utente attera su una pagina di un sito il browser è in grado di “disegnare” una linea unica per ogni device e convertirla in un token. Questo unito ad un particolare modo di caricare i canvas di un sito che è unico da computer a computer permette di identificare in maniera univoca un utente.

 

Chi lo sta utilizzando?

Com’è facilmente intuibile i siti più colpiti dalla cancellazione dei cookie sono i siti per i quali gli utenti si vergognano della navigazione, quindi siti pornografici o siti di news che trattino di notizie particolari.

 

Perchè non è il futuro?

Secondo MEC italia non sarà il futuro del tracciamento degli utenti online per due motivi:

1) Non permette di superare l’empasse della privacy, ma solo ritardarla, infatti non appena si diffonderà è molto probabile che il legislatore intervenga per segnalarne la presenza esattamente come ha fatto con i cookie.

2) Non permette di tracciare gli utenti in maniera cross-channel, infatti è basato su una combinazione di browser e device, ma non riesce a tracciare nulla che non sia al di fuori del device utilizzato.